Prove sull'uso del taser (foto Ansa)
CRONACA

Sicurezza, ok alla sperimentazione del taser in 11 città

Il tuo browser non supporta i video HTML5

Tra pochi giorni partirà la sperimentazione del taser, la pistola elettrica non letale, di cui verranno dotate le forze dell'ordine di 11 città.

I centri interessati dalla novità, che prenderà il via mercoledì, sono Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi.

"Per troppo tempo - ha scritto su Facebook il ministro Matteo Salvini - le nostre Forze dell'Ordine sono state abbandonate, è nostro dovere garantire loro i migliori strumenti per poter difendere in modo adeguato il popolo italiano. Orgoglioso del lavoro quotidiano delle forze di Polizia e Carabinieri".

L'iter per arrivare al decreto con l'ok alla sperimentazione era stato avviato nel 2014 e la firma è arrivata nel luglio scorso.

Secondo le linee guida del Dipartimento di pubblica sicurezza, il taser è un'arma che usa impulsi elettrici che inibisce i movimenti del soggetto colpito.

La distanza consigliabile da cui utilizzarla va dai 3 ai 7 metri; inizialmente il taser "va mostrato senza essere impugnato per far desistere il soggetto dalla condotta in atto", ma se questi non reagisce in modo corretto si spara il colpo.

(Unioneonline/s.s.)