Serena D'Amico (foto da Facebook)
CRONACA

Muta dal terremoto di Amatrice: Serena, 15 anni, torna a parlare grazie a un tema a scuola

Dopo il terremoto del 2016 di Amatrice era rimasta muta per più di un anno. Poi grazie alla sua insegnante ha ripreso a parlare.

È la storia di Serena D'Amico che, stando a quanto riporta "Il Messaggero", si sarebbe ripresa il 6 dicembre 2017, giorno in cui la sua professoressa di Italiano, Storia e Geografia (Maria Flavia Perotti) le avrebbe proposto di scrivere un tema a piacere.

Davanti a quel foglio bianco la giovane si è sbloccata raccontando quanto le era accaduto.

Serena, 15 anni, il 24 agosto 2016 ha perso la nonna rimasta schiacciata sotto le macerie. E proprio raccontare quel dolore le ha permesso di sbloccarsi definitivamente: "Ricorderò quel giorno per sempre. Mia nonna era una persona forte che si sacrificava sempre per il bene della famiglia, per me era come una seconda mamma", ha scritto nel tema.

"Dopo quello scritto Serena ha iniziato a raccontare della sua vita e di come era prima del terremoto - ha raccontato la professoressa - . Dal quel giorno c'è stata una sorta di rinascita".

(Unioneonline/M)

LE IMMAGINI DI AMATRICE A DUE ANNI DAL TERREMOTO:

Amatrice rivive a quasi due anni dal terremoto che nel 2016 sconvolse il Centro-Italia
Una ditta di finestre: dopo il terremoto si continua a lavorare ad Amatrice
La nuova scuola di Amatrice
La Torre Civica di Amatrice
Le macerie nella Zona Rossa di Amatrice
Il centro commerciale "Il Corso" ad Amatrice dove sono stati spostati i negozi a seguito del terremoto
L'ospedale Francesco Grifoni ad Amatrice
Il proprietario del Forno Marini, Enrico Maria, posa nella sua attività commerciale, ora sita nel centro commerciale "Il Corso" di Amatrice
Le macerie del supermercato Simply nella Zona Rossa di Amatrice
La chiesa di Sa Francesco ad Amatrice (foto Ansa)