Sergio Marchionne
ECONOMIA

Marchionne, condizioni "gravi ma stabili". Grillo: "Gli hanno già fatto il funerale"

Sergio Marchionne resta in terapia intensiva, "grave, ma stabile", in ospedale a Zurigo.

Fca, intanto, prepara l'annunciata riorganizzazione in vista del nuovo corso, con costante attenzione alle Borse.

Ieri, dopo le flessioni seguite alla notizia, il titolo ha fatto segnare un rialzo "marcato" (+2,39%).

E mentre la famiglia, gli amici e i colleghi della galassia Fca si stringono attorno al manager che sarebbe "in condizioni irreversibili", la sua vicenda continua a far discutere.

E non mancano le polemiche.

Come quella innescata dalle parole di Beppe Grillo, affidate alle pagine elettroniche di internet.

"Dove è finito Sergio Marchionne? Non ci stiamo chiedendo in quale ospedale sia ricoverato; neppure quale patologia lo abbia colpito così severamente. Piuttosto dove è finita la persona, il suo essere umano?" si chiede il fondatore del Movimento 5 Stelle sul suo blog.

"Stanno comparendo, sui media, titoli come 'Addio Marchionne' e così via: una persona che lo ama non potrebbe affidarsi ai media per avere sue notizie. La finanza internazionale lo ha già ucciso, e con lei i media. È una morte azionaria - aggiunge Grillo - veloce, che come un enorme coniglio codardo che sente ruggire un leone, anche se fosse semplicemente mosso un topo a cento chilometri di distanza".

(Unioneonline/l.f.)

"L'EROE DEI DUE MONDI":

Il tuo browser non supporta i video HTML5