CRONACA

Stupri di gruppo, la Cassazione: "Niente aggravante se la vittima ha assunto alcol volontariamente"

Se la vittima di uno stupro di gruppo ha assunto alcol volontariamente prima della violenza, la pena inflitta ai responsabili non deve avere aggravanti.

È il nocciolo della sentenza numero 32462 della Corte di Cassazione, chiamata ad esprimersi nella vicenda giudiziaria che ha avuto come protagonisti due 50enni accusati di aver violentato una giovane.

Assolti in primo grado dal tribunale di Brescia, i due sono stati condannati a tre anni dalla Corte d'Appello di Torino.

Ora è arrivata la sentenza degli ermellini, che hanno rinviato alla Corte d'Appello la sentenza, sollecitando i giudici a rivedere "al ribasso" la condanna ai tre anni, sottolinenando appunto come in tali casi agli imputati non possa essere contestata l'aggravante di aver agito approfittando del fatto che la vittima era stordita da alcol e droga.

Nel caso di specie, infatti, la donna avrebbe ammesso di aver alzato troppo il gomito volontariamente.

Dunque è stata lei stessa a decidere di bere fino a "non riuscire ad autodeterminarsi".

Un pronunciamento che sta facendo discutere.

(Unioneonline/l.f.)

DITE LA VOSTRA: