POLITICA

Il Decreto dignità al Consiglio dei ministri. Al Mise nuovo incontro con i rider

Il tuo browser non supporta i video HTML5

Stasera il Decreto dignità, il primo provvedimento messo a punto dal nuovo governo guidato da Giuseppe Conte, sarà al vaglio del Consiglio dei ministri, come annunciato nei giorni scorsi dal ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro Luigi Di Maio.

Il testo, dopo i passaggi alla Ragioneria per tutte le bollinature richieste potrebbe ricevere il via libera dell'esecutivo.

Il documento comprende una serie di misure relative al lavoro e in particolare ai contratti a termine, con l'abbassamento del limite dei rinnovi da cinque a quattro e l'introduzione di nuove garanzie per le nuove categorie di lavoratori, e alla semplificazione della burocrazia per le imprese.

Include inoltre provvedimenti per la lotta alla delocalizzazione all'estero delle aziende che hanno ricevuto aiuti di Stato e lo stop alla pubblicità per il gioco d'azzardo (pur salvaguardando i contratti già in essere).

L'INCONTRO CON I RIDER - Intanto al Mise si è tenuto un nuovo incontro tra i rider e le aziende del food deliver, dopo che venerdì quattro aziende del settore - Foodora, Foodracers, Moovenda e Prestofood - hanno firmato la Carta dei Valori, un impegno per garantire tutele ai rider.

"Dal tavolo - ha detto Di Maio - è emersa la volontà di arrivare insieme alla stesura di un contratto collettivo: sarebbe il primo contratto in Europa".

"Lo riconvocheremo questa settimana per continuare la concertazione".

(Unioneonline/F-D)

"LAVORIAMO A UN CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE":

Il tuo browser non supporta i video HTML5

***