Raffaele Cantone
CRONACA

Corruzione, la procura di Milano contro l'Anac di Cantone: "Ha reso inutili alcune indagini"

Polemica tra la procura di Milano e l'Anac, l'Autorità nazionale anticorruzione guidata da Raffaele Cantone, accusata di rendere "inutili" alcune indagini.

"In attuazione del Protocollo di intesa del 5 aprile 2016 l'Autorità Nazionale Anticorruzione ha trasmesso negli anni numerosi illeciti da cui si potevano desumere fatti di corruzione", si legge a pagina 89 del Bilancio di Responsabilità Sociale della procura firmato propria dal responsabile Francesco Greco.

"Tuttavia, il ritardo con cui le notizie sono state trasmesse e soprattutto le modalità di acquisizione degli elementi (acquisizione di documentazione presso gli enti coinvolti) hanno determinato una discovery anticipata, sostanzialmente rendendo inutili ulteriori indagini nei confronti di soggetti già allertati", recita ancora il documento.

Nei giorni scorsi Greco aveva criticato il Csm, sostenendo che l'organo di autogoverno della magistratura "ha problemi di trasparenza".

(Unioneonline/F)