Foto simbolo
CRONACA

"Vogliamo lavorare in pantaloncini", la protesta degli operai inglesi

Un'insolita protesta con indosso gonne e vestiti femminili di tutti i colori.

Gli operai della città inglese di Chertsey, nella contea del Surrey, hanno organizzato un flash mob presentandosi sul posto lavoro con short da spiaggia e abiti da donna.

Al centro dell'agitazione le prescrizioni di legge, che impongono ai lavoratori dei cantieri di indossare pantaloni lunghi e scarponi anti-infortunio per una questione di sicurezza.

Un abbigliamento che alcuni di loro ritengono "insopportabile" durante l'estate, a causa del caldo.

Da qui la protesta, che ha lo scopo di ottenere il permesso di utilizzare i pantaloni corti.

Per questo hanno fatto appello alla legge per la parità dei diritti tra uomo e donna, approvata per contrastare l’obbligo dei tacchi a spillo per le lavoratrici.

(Unioneonline/F)