Foto simbolo
SPORT

Caso Astori, la perizia medico-legale: "Non è morto nel sonno"

Il tuo browser non supporta i video HTML5

Depositata in Procura a Udine la perizia medico-legale sulla morte di Davide Astori, il capitano della Fiorentina trovato senza vita all'età di 31 anni, il 4 marzo scorso, nella camera dell'Hotel "Là di Moret" dove si trovava con la squadra.

Il primo responso dell'esame autoptico, eseguito due giorni dopo il ritrovamento del corpo, aveva indicato la causa del decesso in una "morte cardiaca senza evidenze macroscopiche, verosimilmente su base bradiaritmica con spiccata congestione poliviscerale ed edema polmonare".

Gli ultimi esami invece hanno evidenziato che il giocatore è morto a causa di una tachiaritmia, un'improvvisa accelerazione del cuore. Tutto il contrario della prima causa che era emersa dopo la prima autopsia.

Nei prossimi giorni sono attesi gli esiti degli esami genetici che chiariranno ancora meglio la situazione.

(Unioneonline/M)

L'omaggio della Sardegna Arena a Davide Astori
La gigantografia esposta sugli spalti
Palloncini con il numero 13
I giocatori del Cagliari
"Ciao Davide"
Lo striscione degli Sconvolts
L'applauso della panchina

IL CAGLIARI BATTE I VIOLA NEL SEGNO DI ASTORI:

Il tuo browser non supporta i video HTML5