Foto simbolo
ECONOMIA

La promessa di Alibaba all'Italia: no a parmesan e prosecco contraffatti

È stato firmato oggi dal Governo italiano un accordo con Alibaba, il colosso del mercato online, per promuovere le eccellenze agroalimentari del nostro Paese e combattere i falsi, dal parmesan al prosecco contraffatto.

Lo rende noto il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali spiegando che è una "intesa che consentirà ai produttori italiani di poter soddisfare la crescente domanda di Made in Italy sulla piattaforma cinese che conta oltre 430 milioni di consumatori. Un percorso iniziato quest'anno a Vinitaly e che adesso arriva a compimento con la visita di Renzi al quartier generale di Alibaba".

"Gli accordi con Alibaba - afferma il Ministro Maurizio Martina - rappresentano un punto concreto della nostra strategia di sostegno al Made in Italy agroalimentare nel mondo, che sfrutta anche formule innovative per tutelare e promuovere i prodotti di qualità. Siamo riusciti a garantire ai nostri marchi geografici un livello molto alto di protezione sulla piattaforma

"Un risultato fondamentale - aggiunge Martina - che, in sede di WTO, inseguiamo da decenni e che invece sul web siamo riusciti a costruire in pochi mesi e con risultati eccezionali. Sul versante della promozione avevamo preso l'impegno a Vinitaly per essere protagonisti nella giornata del vino e lo abbiamo mantenuto: il mercato cinese offre opportunità che vanno colte subito".